A Rimini il meeting dei Giovani Aspiranti Stregoni dedicato a Magic

di

Rimini, luglio 2009. L'hanno già soprannominato il Meeting dei giovani aspiranti stregoni. Oltre 800 ragazzi provenienti da tutta Italia si ritroveranno a Rimini a partire da venerdì 24 luglio per il Campionato italiano di Magic, il gioco di carte a base di magie e sortilegi, diventato un fenomeno di culto in ogni parte del mondo e che diventerà nel 2010 un kolossal hollywoodiano prodotto dalla Universal.

Oltre 3 miliardi di carte vendute, 7 milioni di giocatori in tutto il mondo (sparsi in 52 paesi) di cui 100 mila solo in Italia. Questi solo alcuni numeri del fenomeno Magic: The Gathering, il "cult game" di ispirazione fantasy che dal 1993 ad oggi è diventato un vero e proprio fenomeno di costume fra giovani e adolescenti di tutto il mondo.

Per sapere cosa sia Magic basterebbe chiedere a qualunque ragazzino o adolescente maschio di età compresa fra i 10 e i 17 anni (anche se sono tantissimi i giocatori over 18). L'Italia è infatti il paese al mondo dove si organizzano più tornei (circa 6 mila ogni anno). Ogni città, ogni paese ha i suoi fan di Magic.

Il loro identikit? Maschi, generalmente bravi o molto bravi a scuola (con una predilezione per la matematica), appassionati di fantasy (tutti, in assoluto, hanno letto Il Signore degli Anelli di Tolkien, tantissimi conoscono a memoria la saga di Eragon del giovane Christopher Paolini), poco inclini alle trasgressioni di tanti loro coetanei. Insomma, dietro un look che privilegia jeans larghi e malridotti, ingombranti sneakers e magliette nere che inneggiano ai loro gruppi heavy metal preferiti si nascondono ragazzini tranquilli e studiosi, che hanno trovato in Magic una community di amici e compagni (sparsi in ogni angolo del mondo) con cui sfidarsi, divertirsi e scambiarsi carte da gioco e idee.

Internet, videogiochi e... migliaia di dollari in palio.
I più bravi? Diventano star del Poker


Non è un caso che Internet sia servito per alimentare esponenzialmente le dimensioni del fenomeno e degli appassionati. Oltre ai tornei live esiste la possibilità di sfidarsi online, così come attraverso un videogioco per Xbox live appena lanciato con grande successo.

Il bello, poi, è che oltre alle partite "amatoriali", esiste un circuito professionale di giocatori di Magic, che organizza tornei ragionali, nazionali e mondiali (ed è il caso del raduno di Rimini). I tornei mondiali - 4 all'anno, uno per continente - sono rigorosamente ad invito, ottenibile solo dopo aver passato vere e proprie sessioni di qualificazione. In palio ci sono cifre importanti, almeno per un ragazzo di 16 anni (anche 50 mila dollari). Kai Budde, uno studente universitario 25enne tedesco ha vinto in pochi anni la cifra record di 359.000 dollari. Alcuni tra i giocatori di Magic sono poi diventati vere e proprie star internazionali: tra questi lo statunitense Jon Finkel e il giapponese Katsuhiro Mori, campioni del mondo e plurivincitori di tornei Pro-Tour. Il giovane romano Dario Minieri, 23 anni, uno dei più talentuosi campioni di poker italiani, è stato per anni una delle star italiane di Magic, vincendo tornei un po' in tutto il mondo.

Ogni anno, poi l'appuntamento cult è la fase finale del campionato mondiale che l'anno scorso si è svolto a Memphis e che quest'anno per la prima volta verrà ospitato a Roma.


Magic: storia di un successo planetario. Da un garage di Philadelfia

"Magic: The Gathering" (questa la dicitura completa del gioco) nasce nel 1993 ad opera di Richard Garfield, allora un giovane matematico di Philadelfia. Garfield pubblica il primo pacchetto delle mitiche carte con la Wizards of Coast, una casa editrice di giochi americana specializzata in fantasy. Il successo è immediato: in solo sei settimane vengono letteralmente polverizzate le scorte previste per 6 mesi. Successivamente la Wizard viene acquistata dalla Hasbro, la multinazionale dei giochi famosa per il Monopoly e il Trivial Pursuit, che lo trasforma in un fenomeno globale. Da allora vengono vendute oltre 3 miliardi di carte vendute in più di 50 paesi. A distanza di 16 anni l'intera serie comprende oltre 12.000 carte, da quelle più comuni a quelle più rare e introvabili.

Ma come si gioca a Magic? Tipico di questi casi: più facile farlo che spiegarlo, risponderebbe un ragazzino. Scopo di ogni partita è quello di portare il punteggio dell'avversario da 20 a 0, usando i poteri descritti sulle varie carte (ce ne sono di differenti tipologie, da quelle raffiguranti temibili sortilegi a quelle che invece raffigurano fantastiche creature). Ciascun giocatore utilizza il proprio mazzo di carte e la particolarità di Magic è che non esiste un mazzo di carte predefinito: ogni giocatore si presenta al duello con un mazzo che ha assemblato scegliendo tra le sue carte (c'è chi ne ha migliaia ovviamente). E' facile pertanto intuire come ogni duello sia assolutamente unico e irripetibile.
Le carte sono disegnate dai più famosi illustratori fantasy e rappresentano suggestive ambientazioni, sortilegi e creature da evocare al proprio servizio per contrastare le forze dell'avversario. Esistono gruppi fondamentali di cards che vengono classificate in base al colore (bianco, blu, nero, rosso e verde). Ogni colore (e tutte le carte che ad esso appartengono) ha caratteristiche proprie inconfondibili.  Le carte principali, la cui presenza è indispensabile, sono le Terre. Esse forniscono il mana e cioè l'energia magica necessaria per giocare. Per ciascuno dei cinque colori, esiste una Terra base appropriata:
Pianure (forniscono il mana Bianco)
Isole (forniscono il mana Blu)
Paludi (forniscono il mana Nero)
Montagne (forniscono il mana Rosso)
Foreste (forniscono il mana Verde)
Con il mana attinto dalle Terre, possono essere giocate le magie, che si classificano in
Creature
Incantesimi
Stregonerie
Istantanei
La novità di quest'ultimo anno è costituita dall'esordio dei cosiddetti Planeswalkers, ovvero i più potenti maghi dell'universo Magic, attorno alle figure dei quali è già in fase di produzione in America un kolossal firmato dalla Universal.

Dal torneo usciranno i 4 giocatori che rappresenteranno l'Italia ai prossimi campionati mondiali che si svolgeranno a novembre a Roma.

Tutti i tornei si svolgeranno a partire dalle ore 9.00 di venerdì 24 luglio presso il Palacongressi di Rimini e saranno naturalmente aperti al pubblico. Gli interessati potranno iscriversi a partire da 1 ora prima dell'orario di inizio indicato.

Nazionali - Rimini

24-26 luglio 2009
08.00 - 18.00
Palacongressi di Rimini
Via della Fiera, 52
Ingresso Libero

Per maggiori informazioni: www.magicthegathering.com



A Rimini il meeting dei Giovani Aspiranti Stregoni dedicato a Magic

Altri contenuti per Magic: The Gathering - Battlegrounds

Magic: The Gathering - Battlegrounds

Magic: The Gathering - Battlegrounds

  • Genere: Non disponibile
  • Sviluppatore: Non Disponibile
  • Publisher: Non Disponibile
  • Lingua: Non Disponibile

che voto dai a Magic: The Gathering - Battlegrounds?

6

media su 4 voti

Inserisci il tuo voto