Activision non vuole contrastare il mercato dell'usato

di

Diverse compagnie negli ultimi tempi hanno attuato una campagna per contrastare il mercato dell'usato, come il "Progetto 10$" di Electronic Arts. Ma Bobby Kotick, il CEO di Activision, non sembra essere della stessa idea: introdurre codici all'interno delle confezioni di gioco per poter usufruire della componente online o di alcuni contenuti esclusivi non sembra essere la strategia migliore. In una recente intervista a Joystiq, Kotick afferma che il giocatore deve avere la possibilità di vendere i titoli che non vuole più giocare per comprarne di nuovi, e le azioni intraprese da EA, THQ e Sony da questo punto di vista non sono affatto nell'interesse dei consumatori. Sebbene il mercato dell'usato sia un problema per le compagnie, che non ricavano alcun guadagno dalla rivendita dei loro prodotti, la soluzione migliore secondo il boss di Activision non è impedirlo, ma offrire giochi con contenuti sempre più interessanti, in modo che non nasca il desiderio di disfarsi dei titoli una volta completati.

FONTE: joystiq.com