CD Projekt e la pirateria: "il DRM non ha futuro"

di

Nel corso di una intervista a Forbes, Marcin Iwinsky di CDProjekt ha espresso l'opinione della software house polacca in merito al sempreverde tema della pirateria videoludica ed i mezzi per contrastarla: non solo essa non costituisce in definitiva un netto colpo alle vendite di un particolare videogioco, ma i sistemi DRM utilizzati dai produttori sono del tutto inutili.

La considerazione trae origine da un semplice dato, evidenziato da Guillaume Rambourg di GOG.com: a finire sui canali illegali di file sharing non è stata la versione digitale GOG di The Witcher 2, semplicissima da piratare in quanto sprovvista di protocollo DRM, bensì quella retail, teoricamente più sicura perchè protetta dal sistema antipirateria.
Ciò perchè, continua Iwinsky, la scena warez si basa sulla gloria personale del singolo, che con orgoglio condivide il software e la crack da lui approntata: una cosa che non si può fare se il gioco è semplicemente sprotetto in partenza.
Oltre questo, il fenomeno pirateria non può considerarsi come un colpo inflitto alle vendite, se The Witcher 2, che si stima sia stato scaricato illegalmente oltre 4 milioni di volte ed il numero è in crescita, continua nonostante ciò a vendere molto bene sul mercato legale; discorso analogo, seppur con numeri inferiori, per il precedente episodio della saga.
" Non capisco come tanti seri produttori possano considerare ogni copia piratata una vendita persa: forse è una cosa che fa scena in un report ufficiale per sottolineare quanto questi pirati siano pericolosi in termini assoluti, ma è una cosa piuttosto lontana dalla realtà.
Direi anzi che molte di quelle 4 milioni di copie illegali si possano considerare una versione demo del gioco. Scaricarle è facile, veloce e a costo zero, ma nel momento in cui apprezzano il gioco e iniziano a dedicargli tempo, molti di quegli utenti andranno a comprare la loro copia originale. "
Negativo poi il commento sull'opportunità dei sistemi DRM.
" Non vedo un futuro per queste implementazioni: semplicemente non funzionano. Una tecnologia che non fa nulla se non appesantire il gioco e alienare l'utente, e che viene crackata praticamente subito. Il sistema che controlla la legittimità della copia richiede al giocatore di inserire codici, di essere collegato alla rete, disturba anche le sessioni di gioco e aumenta il carico sul sistema. Sono molti sacrifici da chiedere ad un giocatore onesto, mentre il pirata gode di un software più agile ed estremamente più funzionale. E' la folle realtà. "FONTE: VG247