CD Projekt RED al centro di un'acquisizione ostile? La compagnia smentisce

di
Come vi abbiamo riferito alcuni giorni fa, CD Projekt RED ha programmato un incontro con gli investitori in data 29 novembre; e in molti hanno iniziato a temere che tale decisione fosse stata presa per organizzare una difesa nei confronti di un'acquisizione ostile.

Come affermato, però, da un portavoce di CD Projekt RED, nessuna minaccia incombe al momento: il loro è solo un tentativo di evitare una situazione simile in futuro. "Il rumor è emerso dopo che è stato deciso dal consiglio di amministrazione di applicare un limite ai voti, per l'imminente incontro con gli azionisti. Tuttavia, il proposito non è quello di difendersi da un qualcosa di concreto, ma di fonrire misure preventive nei confronti di scenari che potrebbero anche non realizzarsi mai in futuro. Vogliamo difendere gli azionisti di minoranza, nel caso uno di maggioranza volesse imporre una visione strategica che entri in conflitto con la nostra".

Non è questa la prima volta in cui CD Projekt RED smentisce rumor riguardanti la sua acquisizione, esattamente come accadde nel 2015, con Electronic Arts coinvolta nelle indiscrezioni.

FONTE: Gamespot