Cliff Bleszinski: il modello dei giochi tripla A è diventato quasi insostenibile

di
Durante un intervento al Reboot Develop 2017 di Dubrovnik, Cliff Bleszinski (autore conosciuto ai più per i suoi precedenti lavori sulle serie di Gears of War e Unreal), ha approfondito il discorso riguardante i giochi tripla A, soffermandosi in particolar modo sui costi economici che comporta oggi realizzare un progetto su larga scala.

Secondo la sua opinione, produrre un titolo tripla A è ormai diventato "quasi insostenibile", a causa dei massicci costi di sviluppo necessari. I consumatori, tra l'altro, possono permettersi di pagare una cifra come 60 dollari solo poche volte all'anno, e pretendono da questi giochi la massima qualità possibile. Le alte aspettative (sulla grafica, sulle feature, sulla pulizia del gioco) non sempre vengono però ripagate, e i numerosi DLC vanno inoltre ad appesantire i costi degli investimenti dei consumatori che, troppo spesso, vedono i propri giochi migliorare solo grazie alle patch post-release.

Bleszinski vorrebbe vedere a questo punto una maggiore diffusione dei giochi "AA", ovvero dei titoli realizzati con budget modesti ma che raggiungano un successo su larga scala concentrandosi sugli aspetti davvero importanti. Alcuni esempi eccellenti, secondo la sua opinione, vengono portati avanti da Warframe, Rocket League e Rust. Lawbreakers, nuovo gioco su cui è attualmente al lavoro Bleszinski, è stato presentato in stile "AAA", ma è un titolo che punta tutto sul comparto multiplayer, e per questa ragione ogni sforzo nello sviluppo sarà mirato a garantire una soddisfacente e funzionale esperienza online.

Cosa ne pensate di quanto espresso da Cliff Bleszinski?

FONTE: WccfTech
Quanto è interessante?
0