Crytek si esprime sulla questione dei downgrade grafici

di
INFORMAZIONI GIOCO
Intervistato da DSOGaming, Rok Erjavec di Crytek ha parlato, tra le altre cose, del fenomeno dei downgrade grafici, esaminando la questione dal punto di vista degli sviluppatori.

Queste le parole di Erjavec:

"In molti casi, penso che i critici si sbaglino, le demo che vengono mostrate sul palco di fiere come l'E3 sono realizzate appositamente per l'occasione (almeno nella maggior parte dei casi), si tratta di demo che richiedono mediamente dai 3 ai 6 mesi di lavoro e dove tutto è pensato per risaltare al massimo. I giochi completi richiedono invece dal 12 ai 24 mesi di sviluppo e su grandi produzioni spesso non è possibile prestare attenzione ai minimi dettagli, cosa certamente più semplice da fare mentre si sviluppo una demo di 15 minuti incentrata su una sola area del gioco.

Spesso non si tratta di downgrade, semplicemente le demo vengono prodotte dedicando maggior attenzione all'insieme rispetto a quanto sia possibile fare in un gioco completo, vuoi per risorse economiche, forza lavoro a disposizione e tempi di consegna. In ogni caso, penso che le demo guidate o pre-registrate siano inutili dato che un videogioco è un'esperienza interattiva."

Siete d'accordo con queste parole?