Deep Down: dettagli su armi, armature e microtransazioni

di

Capcom ha pubblicato una lunga serie di nuove informazioni su Deep Down, il free-to-play in lavorazione esclusivamente per PlayStation 4. Come si legge sul sito ufficiale della community di Sony Computer Entertainment Japan, lo sviluppatore ha spiegato il funzionamento di armi, armature e microtransazioni.

Andando per ordine, all'interno dei dungeon i giocatori potranno trovare armi e armature che permetteranno loro di diventare comprensibilmente più forti. Si potranno ottenere nuove armi semplicemente combattendo i mostri presenti nei livelli e sarà necessario saperle sfruttare tutte in maniera efficace per completare perfettamente ogni singolo dungeon. Segue la descrizione di alcuni degli armamenti presenti:
  • Lancia: si tratta dell'arma standard, con cui è consigliabile mirare alle gambe per far cadere per terra il nemico. Naturalmente, conoscere il punto debole di ogni mostro potrà essere decisivo in battaglia. 
  • Spada a una mano: lo sviluppatore spiega che il vantaggio di utilizzare una spada ad un mano è dato dalla possibilità di difendersi con uno scudo. Quindi, parare il colpo del nemico con una mano e contrattaccare con l'altra. È indicata come un'arma perfetta per i giocatori principianti.
  • Spada a due mani: il concetto di base della spada a due mani è quello di scatenare sul nemico una grande potenza di attacco. Comprensibilmente, si tratta di un'arma lenta rispetto la lancia o la semplice spada a una mano, ma è in grado di infliggere maggiori danni e dispone inoltre di una vasta gamma di attacchi, perfetti per mostri più piccoli.
Per quanto riguarda invece le armature, il giocatore sarà in grado di utilizzare vari pezzi di equipaggiamento protettivo per coprire specifiche parti del corpo, come testa e braccia. Bisognerà prima sviluppare le competenze adatte, in particolare leggendo le iscrizioni nelle statue di pietra rinvenute all'interno dei dungeon. Il design delle armature è basato sullo stile europeo del quindicesimo secolo.
Infine, le microtransazioni saranno parte fondamentale per mantenere alto l'interesse verso il gioco anche nei mesi successivi al lancio. Deep Down, in quanto free-to-play, sarà scaricabile gratuitamente ma, come ha spiegato il producer Yoshinori Ono, i giocatori dovranno pagare per ottenere oggetti aggiuntivi e nuovi contenuti di gioco. 
FONTE: Gematsu Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti