Electronic Arts delusa dal Nintendo Wii

di

A tre anni dalla messa in commercio del Nintendo Wii, quest'ultimo è stato segnato da un calo delle vendite che ha comportato un malumore generale, soprattutto in quelle software house che avevano ipotizzato di sfruttare a loro favore il successo mondiale della console Nintendo.

E' questo il caso ad esempio di Electronic Arts, che attraverso il suo presidente Jhon Riccitiello, sfoga tutta la sua frustrazione riguardante gli scarsi risultati ottenuti con il software Wii - basti ricordare le scarse vendite di Dead Space Extraction. "Ad essere onesto con voi, io penso che la piattaforma Wii si è rivelata più debole di quanto avessimo anticipato. E non manca la frustrazione nel valutare questo proprio quando abbiamo la maggiore quota delle terze parti. La compagnia ha bisogno di maggiori slanci affinché si riesca ad eguagliare la visibilità delle first-party, in modo da raggiungere i risultati che ci aspettiamo. Bisognerà lavorare con Nintendo in modo che al consumatore arrivi l'idea della validità di giochi multipiattaforma, perché solo pochissimi titoli di terze parti hanno successo su Wii."