GDC 2016

GDC: proteste per le ballerine troppo svestite al party Microsoft, ecco le scuse di Phil Spencer

di
Nelle scorse ore, Microsoft ha tenuto un party alla GDC 2016, una festa aperta a sviluppatori e membri dell'industria, i quali hanno assistito però a uno spettacolo ritenuto da molti non proprio elegante: a un certo punto, la festa si è riempita di ballerine vestite da scolarette sexy, pronte a intrattenere i presenti.

Un tono generale che proprio non è piaciuto a molti, tra cui Kamina Vincent, sviluppatrice australiana che si è lamentata pubblicamente per l'atteggiamento di Microsoft, segnalando che poche ore prima la casa di Redmond ha tenuto un seminario dedicato proprio all'importanza della figura femminile nell'industria videoludica.

Le lamentele di Kamina non sono passate inosservate, tanto che sulla vicenda è intervenuto Phil Spencer, il quale si è scusato per l'accaduto ed ha inviato un messaggio al suo team invitando tutti i membri di Microsoft a lavorare duramente per rispettare gli standard etici e morali imposti dalla compagnia, cosa non avvenuta in questo caso. Anche Aaron Greenberg si è detto contrariato per questa vicenda e ha chiesto pubblicamente scusa a tutti coloro che si sono sentiti offesi dal tono della festa.

GDC: proteste per le ballerine troppo svestite al party Microsoft, ecco le scuse di Phil Spencer