Global Game Jam 2016 a Torino dal 29 al 31 gennaio

di

È alla terza edizione la Global Game Jam proposta a Torino da T-Union e Treatabit. Dal 29 al 31 gennaio 2016, presso la sede di I3P, una maratona di 48 ore vedrà impegnati più di 100 jammers nella realizzazione di un prototipo funzionante di gioco, a partire da un tema dato a livello mondiale.

Le GGJ sono eventi straordinari perché permettono a tutti coloro che si sentono creativi di esprimere il loro talento, a prescindere dalla loro formazione e ambito professionale. Non è richiesta una preparazione specifica, ma l’energia per lavorare in team misti per 48 ore - no st op e per dar vita ad un nuovo entusiasmante gioco. I migliori prototipi verranno premiati dagli sponsor dell’edizione torinese — Event Horizon, I3P e Microsoft Startup Revolutionary Road — e tutti i prodotti verranno caricati e resi disponibili per il pubblico (e per i publisher!) nella grande vetrina internazionale della GGJ. Oltre alla competizione vera e propria, l’evento di quest’anno prevede una sessione introduttiva dedicata alla game industry e ai nuovi modelli di business e finanziamento che si stanno affermando in questo settore. Il 29 gennaio, dalle 11.00 alle 17.00, presso I3P, esperti del settore videoludico illustreranno come funziona questo originale mondo del divertimento e del lavoro, sia dal punto di vista tecnico che di opportunità di business. Marco Mazzaglia, presidente di T-Union, presenterà la Jam e offrirà una panoramica sul mondo dei videogiochi di ieri e di oggi in un mercato decisamente contro-tendenza, sempre più dinamico ed in crescita.

Gabriele Costamagna, Digital Strategist e fondatore di SportSquare, ci aiuterà a capire come avviene l’evoluzione dall’idea al mercato. I Tiny Bull Studios condivideranno con i partecipanti il caso di “Blind”, uno dei giochi nati durante la GGJ 2014 e che in pochi mesi ha trovato un publisher. Emanuela Zilio, progettista dell’Università di Milano e fondatrice di Digital Distillery, illustrerà come l’Unione Europea stia sempre più indirizzando attenzioni e finanziamenti verso il settore del gaming e della gamification. Sean Parkinson, Senior Physics Programmer di Unity ci offrirà uno sguardo su uno degli engine più utilizzati dagli sviluppatori indipendenti e dai videomakers durante le Jam mondiali. Cristian Marastoni, Senior Programmer in Reludo e già online programmer in Milestone parlerà dello sviluppo di giochi mobile con componenti online e delle problematiche correlate. Giulio Lughi, componente dell'Editorial Board della rivista “G|A|M|E - The Italian Journal of Games Studies” ci porterà nel mondo dello storytelling interattivo.

Alle 17.00, subito dopo il keynote offerto per la Global Game Jam 2016, verrà lanciato il tema dell’anno e avrà inizio la sfida. Le iscrizioni sono aperte, come gli altri anni la p artecipazione sarà completamente gratuita. Per partecipare occorre iscriversi su EventBrite e sul sito della Global Game Jam per poter creare il proprio team e caricare il gioco per renderlo disponibile a tutti. Sul sito trovate anche il programma completo dell'evento.

Global Game Jam 2016 a Torino dal 29 al 31 gennaio
Videogiochi

Videogiochi