Good Old Games contro i DRM: trattano i videogiocatori come dei criminali

di

Lukasz Kukawski di Good Old Games ha dichairato che i DRM utilizzati per combattere la pirateria videoludica sono contro-producenti, e non fanno altro che scoraggiare i consumatori onesti.
"Trattare un videogiocatore come un potenziale criminale non li convincerà di certo ad comprare copie originali " ha affermato Kukawski ai microfoni di Adventure Classic Gaming.
"E' nostra opinione che per invogliare la gente ad acquistare giochi, invece che scaricarli sui torrent, sia necessario dare del valore ai soldi spesi. Realizzare ottimi giochi, rendere l'esperienza più pratica, e aggiungere contenuti gratuiti che un gioco scaricato illegalmente non può ottenere. Aggiungere questi incentivi stimola di più i giocatori a comportarsi onestamente, e sicuramente è più efficace di un sistema DRM che non fa altro che complicare la vita dei consumatori"