IDC: il mercato console ha ancora una lunga vita davanti a sé

di

Molti sostengono che con l'avvento del mercato digitale, mobile, del gaming via cloud e delle smart TV, le console casalinghe così come le conosciamo fino ad oggi saranno destinate a scomparire. Ma la compagnia di ricerca International Data Corporation (IDC) non è della stessa opinione. La società ha pubblicato oggi una previsione sul mercato delle console per videogiochi, in cui si afferma in sostanza che le consolle rimarranno nei nostri salotti ancora per un bel po'.

"L'ecosistema console è in uno stato di flusso in quanto queste piattaforme devono supportare un numero sempre crescente di funzioni e servizi non legati al gioco, e contemporaneamente la la distribuzione e la monetizzazione del mercato si muove verso una una direzione digitale", ha detto Lewis Ward, a capo della ricerca di IDC.
"Al tempo stesso, non sembra che le piattaforme alternative - set-top box, smart TV, e così via - siano capaci di distruggere materialmente la traiettoria dei tre grandi costruttori di console nel 2013 o nel 2014. I videogiochi su dischi rimarranno un pilastro per gli anni a venire. "
"Il 2011 ed il  2012 sono stati anni duri per gli sviluppatori e publishher" ha aggiunto Ward. "Con l'avvento dell'ottava generazione di console, che è iniziata con il Wii U, le perdite si arresteranno nel 2013, ed il mercato ritornerà a crescere nel 2014."
Detto questo, IDC non nega che la rivoluzione digitale stia avendo un suo effetto. L'azienda prevede che il volume dei dischi di gioco distribuiti diminuirà del 3% ogni anno fino al 2016, quando le future console si sposteranno sui canali di distribuzione digitale.
La relazione sottolinea inoltre che proprio lo scorso dicembre, PS3 di Sony è riuscita a superare il numero di Xbox 360 distribuite in tutto il mondo (circa 77 milioni contro 76 milioni), nonostante il lancio della console sia avvenuto con un anno di ritardo. IDC ha inoltre osservato che Nintendo sta ancora "trovando un pubblico" per il Wii U: nel 2016 la compagnia dovrebbe riuscire a distribuire 50 milioni di console.FONTE: gamesindustry.biz