Il franchise FreeSpace passa nelle mani di Interplay per 7.500 Dollari

di

É di queste ore la notizia, riportata da Polygon, che FreeSpace, uno dei franchise rimasti invenduti in seguito alle due aste fallimentari degli asset appartenenti al defunto publisher THQ, abbia trovato finalmente un acquirente in Interplay Entertainment.


La serie, creata da Volition, Inc. e sviluppata in due capitoli a cavallo fra il 1998 e il 1999, ha accumulato negli anni una folta community di appassionati e una pletora di mod e total conversion, le più famose delle quali sono sicuramente quelle ispirate a Babylon 5 e Battlestar Galactica.

Sfortunatamente, in seguito all'acquisizione dello studio, nel 2000, da parte di THQ, Volition non ha più avuto occasione di creare nuovi capitoli della serie, relegandola effettivamente nel limbo delle IP "non proficue", probabilmente una delle cause dell'interesse nullo generato durante le precedenti aste ordinate dalla corte fallimentare che si è occupata della dissoluzione dello sfortunato publisher californiano, almeno fino a oggi.

Secondo il documento di Copyright Assignment and Quitclaim Agreement presentato lo scorso 4 Giugno, e che diventerà esecutivo Martedì 11, infatti, il publisher di Baldur's Gate e Planescape: Torment otterrà, in cambio di soli 7.500 Dollari, tutti i diritti, creativi e di pubblicazione, su FreeSpace, tagliando fuori di fatto Volition da qualsiasi decisione o obiezione in merito al futuro della serie.

Non ci resta che vedere cosa se ne farà Interplay publisher che versa in acque non proprio cristalline e con un solo studio all'attivo, Black Isle, di un franchise spaziale troppo a lungo rimasto nella naftalina e più volte richiesto dagli appassionati.FONTE: Polygon