Il presidente di Gearbox non crede a Valve / Steam

di

Randy Pitchford in una intervista a MaximumPC ammette di avere del riservo sulla gestione di Steam da parte di Valve, a causa del conflitto di interessi che ne potrebbe scaturire dalle funzioni di Valve date agli sviluppatori e gli obblighi retail di Steam.


"Come persona del settore, non mi fido di Valve... Penso che un sacco di industrie non lo faccia. Sarebbe molto meglio se Steam fosse separata dalle attività di Valve. In realtà è molto, molto pericoloso per il resto del settore permettere a Valve di vincere ". 

La questione di Pitchford sembra risiedere più con il coinvolgimento di Valve con Steam che di Valve stessa:
 
"Io amo i giochi Valve, e ho fatto molti accordi con la società. Ma, dico solo che Steam non è la risposta. Steam ci aiuta come clienti, ma come sviluppatori ci costa un sacco di denaro, e Valve sta sfruttando un sacco di gente in un modo che non è assolutamente giusto. 
Preferisco comprare [giochi digitali] da parte di qualcuno il cui unico interesse è servire me. Voglio che sia il loro unico lavoro. E poi mi devo davvero fidare di loro.
Una slouzione alternativa? Microsoft potrebbe creare una piattaforma di distribuzione indipendente, ma la società ne sa come approcciarsi, ne ha come priorità questo, dedicandosi maggiormente al mercato console."
Valve

Valve