Il Venezuela verso il ban dei videogiochi violenti

di

Mentre proprio il Venezuela ha fatto da ambientazione per un videogioco "violento" come Mercenaries 2: World in Flames, i legislatori si stanno muovendo per porre dei limiti a questa forma di intrattenimento.
L'intento è quello di ridurre l'ondata senza precedenti di criminalità e violenza che si è verificata in Venezuela negli ultimi tempi. Secondo il Reuters, decine di persone vengono assassinate nella capitale venezuelana di Caracas ogni settimana.
Per diventare una legge ufficiale, il disegno di legge dovrà essere approvato una seconda volta e quindi firmato dal presidente Hugo Chavez.
Se la legge sarà approvata, non sarebbe la prima volta che il governo venezuelano prenda di mira i videogiochi in risposta alle questioni sociali. Nel 2008 il governo ha etichettato il gioco dei Simpsons come inadatto ai bambini.