In America il paesino che rinnega il Flipper

di

Il tranquillo paesino di Beacon, locato nello stato di New York, parrebbe avere qualche "problemino" nei confronti del classico flipper.
Un abitante del posto, tale Fred Bobrow, aveva aperto in città un museo retrò dedicato all'arcade gaming, ma dopo 18 mesi è stato costretto a chiudere l'attività a causa di una legge "arcana" che vieta l'uso dei flipper entro i confini della città.

George Mansfield, membro del Consiglio Comunale di Beacon, ha spiegato come sia possibile l'esistenza di una tale legge:
"Gli Arcade negli anni'70 erano un vero e proprio culto e molti finivano per abusarne. Insomma, erano visti un po' come il "male" e con tale presupposti non è da biasimare la divulgazione di una legge atta a tutelare la popolazione, sopratutto quella più giovane."

La legge sarà presto eliminata ma il governo a quanto pare procede molto lentamente a tutto discapito del povero Bobrow.

Via Gamepolitics (con tanto di servizio della CNN).