Inafune crede che i talenti giapponesi passino inosservati a causa degli editori

di

Keiji Inafune, creatore di Mega Man, ritiene che le pratiche commerciali nel settore dei videogiochi giapponesi tendono a seppellire il talento, poichè gli editori spesso dettano le regole della progettazione di un gioco. In un'intervista a Gamasutra, Inafune ha detto che tali interferenze nel design non permettono alle persone capaci di emergere, relegandole all'oscurità:"In Giappone ci sono molti autori di grande talento, ma spesso non possono utilizzare le proprie capacità o passano inosservati agli sviluppatori. L'industria videoludica giapponese è solita far avanzare interi settori commerciali, anche se molte persone non ne sono a conoscenza. L'esperienza che ho maturato in questi anni con Capcom mi ha fatto capire che è possibile aiutare quelle persone ancora non perfettamente calati in quest'epoca moderna". L'ultimo progetto di Inafune, Soul Sacrifice, è solo uno dei tanti lavori a cui ha partecipato lo storico creatore, visto che durante il prossimo weekend, al TGS, mostrerà per la prima volta Yaiba, un gioco legato al mondo degli zombie.

FONTE: VG247 Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti