Q&A: Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta alle vostre domande e curiosità!

Inafune:"L'industria videoludica giapponese è indietro di 5 anni"

di

Keiji Inafune, ormai famoso per le sue osservazioni sullo stato dell'industria dei videogiochi, ha dichiarato in un'intervista a New York che la comunità di sviluppatori giapponesi è rimasta ampiamente indietro rispetto al mercato originale, e non è da meno la stessa Capcom:

"Mi sono guardato intorno durante il Tokyo Games Show 2010, e ho visto tutti sviluppare giochi terribili. L'industria del settore in Giappone è rimasta ferma a cinque anni fa, e anche Capcom riesce a malapena a tenere il passo. Voglio studiare come vivono gli occidentali, e fare giochi che possano interessare anche a loro".

Di certo il cambio di rotta della software house si è già intravisto di recente, con l'annuncio di DMC, nuovo titolo della serie di Devil May Cry, affidato allo studio occidentale Ninja Theory.