Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

Jason Rubin:"I giochi ad alto budget su console non creano profitti"

di

Jason Rubin, co-fondatore di Naughty Dog, ha messo in discussione la stabilità dell'intera industria dei videogiochi, se i publisher continueranno a sforare progetti multi-milionari sul mercato. Rubin, in una nuova puntata di Game Theory, ipotizza infatti che il tradizionale modello di proporre titoli ad alto budget attraverso i canali retail stia per giungere alla fine, e quei publisher che continueranno a farlo, andranno incontro al fallimento.

"Siamo in un business ciclico. Ricordo il tempo in cui i giochi erano su cartuccia ed il mercato era molto fruttifero.  Di seguito i giochi divennero più costosi da realizzare, e man mano riempivano sempre di più lo spazio a disposizione del supporto. Le cartucce divennero sempre più costose da realizzare con chip che potessero contenere più dati, molte più persone incominciarono a sviluppare, e i profitti sulla vendita dei giochi calarono. Con l'arrivo del CD, l'industria vide una nuova rinascita, con l'era di Crash Bandicoot in cui su di un supporto poco costoso pubblicavamo giochi da budget di $2 milioni di dollari, che riuscivano a vendere nove milioni di copie nel mondo. Ora produciamo titoli che ci costano 80 milioni, ma li vendiamo, relazionandoci con l'inflazione, allo stesso prezzo di dieci anni fa. Potete dire quello che volete sul modello attuale dell'industria, ma quello che conta sono i profitti. Se i publisher non guadagno abbastanza, due sono le cose che possono accadere: o si cambia il modello, o si fallisce."