Jason Rubin è il nuovo presidente di THQ

di
INFORMAZIONI GIOCO

Oggi è un giorno importante nella storia di THQ. Il gruppo americano vive un periodo di grosse difficoltà finanziarie e si trova oggi a vivere un avvicendamento ai piani alti che inevitabilmente ne influenzerà il futuro. Danny Bilson si è dimesso ieri dalla carica di CEO della compagnia: è lui l'artefice del cambio di identità di THQ, passata dallo sviluppare giochi su licenza destinati ad un pubblico molto giovane a franchise di una certa importanza e progetti tripla A come Saints Row e Darksiders. Arriva a sostituirlo una figura di spicco nel mondo videoludico, Jason Rubin, fondatore di Naughty Dog e creatore di serie culto come Crash Bandicoot e Jak & Daxter. Rubin aveva fondato nel 2004 la sua compagnia indipendente Flektor, poi assorbita da Fox Media: spetterà ora a lui traghettare THQ oltre la crisi, a cui ha ben contribuito il flop della tavoletta uDraw, e continuare la transizione verso progetti sempre più ambiziosi, ben rappresentati dagli imminenti Metro: Last Light, Company of Heroes 2 e Darksiders II.