Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

La GPGPU della Wii U produrrà effetti grafici equivalenti alle DirectX 11

di

Tutto ciò che si dice in giro sulla Wii U riguardo la scarsa potenza o la mancata capacità di mostrare risultati grafici equivalenti o superiori alla Xbox 360 o alla PS3, è sicuramente falso. Il CEO di Unity Technology, David Helgason, spiazza tutti i rumor, spiegando quanto lontano può arrivare questa console e cosa possono fare gli sviluppatori utilizzando esclusivamente il proprio motore grafico (Unity). Con Unity 4 è possibile ottenere gli stessi risultati dell'Unreal Engine ad una frazione del costo e con molto meno codice. In più, Unity 4 può gestire shader programmabili (4.0) o abilitare l'elaborazione della fisica tramite GPU attraverso il supporto alle DirectX 11, 3D texture e illuminazione dinamica in tempo reale. Una delle dimostrazioni più popolari del motore in questione è rappresentato da Interstellar Marines di Zero Point Software.

Recentemente, Unity Technology ha annunciato che il proprio motore grafico sarà supportato da Nintendo e la sua nuova console in tutto il mondo, aprendo lo sviluppo di giochi sia agli sviluppatori esperti che a quelli con meno esperienza. Gaming Blend ha avuto l'opportunità di fare alcune domande ad Helgason riguardo l'utilizzo del motore da parte degli addetti ai lavori e, in particolare, sulla possibilità di fare uso, sulla nuova console Nintendo, delle caratteristiche e degli shaders equivalenti alle DirectX 11:"Cercheremo di fare il possibile. La cosa interessante è che abbiamo un sistema condiviso che, in sostanza, ti permette di sfruttare le capacità dell'hardware che hai a disposizione. Ciò significa che il risultato sarà ottimo su qualunque tipo di device o macchina, come iPhone, Wii U, PC o altro". Quando poi la questione è iniziata a spostarsi sulle reali frequenze di clock, limiti delle istruzioni shader e larghezza di banda della memoria della GPGPU di cui è dotata la Wii U, Helgason ha cercato di eludere la questione, sostenendo che questi sono particolari che divulgherà Nintendo. Finora però, Big N è stata molto discreta circa le caratteristiche effettive dell'hardware di sistema. Molti dettagli sono stati abbozzati e sembra che rimarranno celati fino alla data di lancio di novembre. L'importante è sapere che il sistema può utilizzare le funzionalità dei motori di fascia alta della generazione odierna, e ciò rappresenta un'ottima cosa per coloro che credevano che la Wii U non fosse in grado di reggere giochi complessi. Se ciò che dice Helgason coincidesse con le reali specifiche hardware della Wii U, ossia una scheda grafica di almeno due generazioni avanti rispetto alla Xbox 360 e Ps3 in termini di capacità di elaborazione degli shader, ombre ed effetti luce (nessuna console di attuale generazione è in grado di riprodurre effetti grafici equivalenti alle DirectX 11), risulterebbero vane le numerose critiche che hanno colpito Nintendo riguardo i prezzi troppo elevati per la sua console.