Markus Persson lascia Mojang e scrive una lettera ai fan di Minecraft

di
INFORMAZIONI GIOCO

Con una lunga lettera pubblicata sul suo sito ufficiale, Markuss "Notch" Persson, creatore di Minecraft, ha annunciato che lascerà la società da lui fondata adesso che questa appartiene totalmente a Microsoft.

Notch ha spiegato di non sentirsi una star, nonostante il mondo lo consideri un genio e un visionario, ormai un vero e proprio mito capace di sviluppare, da solo, un titolo che ha cambiato profondamente il mondo dei videogiochi, dando vita, in parte, alla rivalutazione dei prodotti indipendenti. Persson però non si sente a suo agio in questo ambiente e spiega di aver iniziato a creare giochi per divertimento, non certo per rivoluzionare il mondo o per diventare miliardario. Markus ha lasciato lo sviluppo di Minecraft già da tempo e adesso il progetto è nelle mani di Jens Bergensten: Notch si è dedicato a progetti minori, tuttavia il tempo per lavorare a questi titoli era ormai ridotto al lumicino, la società è diventata sempre più grande e bisognosa di attenzioni.

Il papà di Minecraft ha preferito dire basta per salvaguardare la sua salute (fisica e mentale), la sua immagine pubblica è già inevitabilmente compromessa e non vuole spingersi oltre, chiudendo la lettera con un messaggio piuttosto chiaro: "non sono un imprenditore, non sono un presidente, voglio solamente essere un programmatore nerd e poter esprimere liberamente le mie opinioni su Twitter". Adesso Minecraft appartiene a Microsoft ma tutto questo non sarebbe stato possibile senza il supporto dei fan che hanno permesso al gioco di diventare un fenomeno di costume e una hit senza precedenti con oltre 54 milioni di copie vendute.