Hearthstone Adesso online

Seguiamo in diretta le fasi finali del Winter Championship!

Microsoft lancia un nuovo sito per giocare in sicurezza

di

Microsoft ha presentato oggi un nuovo sito web - Play Smart, Play Safe - per offrire ai genitori una serie di consigli pratici per far sì che i loro figli possano continuare a divertirsi con i videogiochi, rimanendo sempre in un ambiente di gioco sicuro. Secondo una recente indagine di Microsoft, infatti, l'88% dei genitori ha espresso il desiderio di poter disporre di maggiori informazioni sul mondo dei videogiochi. In seguito al lancio sul mercato di Kinect per Xbox 360, il sito web interattivo Play Smart, Play Safe fornisce ai genitori e ai giovani giocatori suggerimenti, informazioni e consigli per giocare in un ambiente più sicuro.

Il sito dà inoltre spazio alle famiglie - i cosiddetti Ambasciatori - che condivideranno le proprie esperienze e offriranno consigli pratici agli altri genitori. Secondo una recente indagine di Microsoft Play Smart, Play Safe, il 41% dei genitori italiani cercano, sui siti web dedicati al prodotto o alla casa costruttrice, informazioni utili a ricreare un ambiente di gioco più sicuro. Il 38% si affida ai risultati dei motori di ricerca, mentre il 35% prende parte alle discussioni che si svolgono su siti web o forum dedicati. Ciò nonostante, l'88% dei genitori italiani ha espresso il desiderio di poter disporre di maggiori informazioni sul mondo dei videogiochi, con particolare interesse per le classificazioni di appropriatezza in base al contenuto e all'età (52%), la gestione e il controllo del tempo (43%) e il reperimento di informazioni per il corretto utilizzo degli strumenti di controllo disponibili (38%).
Se, da una parte, molti genitori sono a conoscenza delle impostazioni di sicurezza fornite per garantire la sicurezza dei propri figli, dall'altra non sono abbastanza quelli che tentano un approccio proattivo volto a creare un ambiente di gioco sicuro:

  • Secondo quanto emerso dall'indagine Play Smart, Play Safe, la stragrande maggioranza dei genitori italiani (75%) conosce le classificazioni dei videogiochi come quelle promosse dal PEGI (Pan-European Gaming Information);
  • Tuttavia, solo il 33% imposta direttamente i controlli integrati nei computer e nelle console di gioco per assicurarsi che i figli possano accedere solo ai giochi appropriati alla loro età;
Chris Lewis, vice presidente di Interactive Entertainment Business di Microsoft EMEA, ha dichiarato: "È molto positivo che i genitori vogliano essere meglio informati e maggiormente partecipi delle esperienze di gioco dei figli. I videogiochi possono essere un divertimento per l'intera famiglia e la campagna ‘Gioca sicuro, non giocarti la sicurezza!' è stata concepita per offrire ai genitori gli strumenti giusti. Microsoft guida il settore con iniziative volte a fornire alle famiglie una vasta gamma di scelte di intrattenimento sicure e adatte a tutte le età. Molte delle funzionalità richieste dai genitori per migliorare le console di gioco sono già disponibili su Xbox e continueranno a essere sviluppate con aggiornamenti software e prodotti futuri".