Nintendo contraria all'acquisto di esclusive terze parti per Wii U, ma aperta alle collaborazioni

di

Durante l'incontro con gli investitori tenutosi la scorsa settimana, il CEO di Nintendo Satoru Iwata ha affermato che la compagnia non crede si butterà nella lotta per accaparrarsi contratti di esclusiva con software house terze parti, ma al contrario offrirà ai team che hanno idee ambiziose per il Wii U rapporti di collaborazione attraverso metodologie "senza precedenti". Iwata non è sceso nello specifico, ma ha affermato che intende garantire la riduzione al minimo dei rischi di sviluppo.

"Sebbene Nintendo non sia completamente contraria ad esplorare questa opzione, non credo sia la scelta giusta entrare in competizione con un compagnia come Microsoft per ottenere diritti esclusivi su giochi terze parti. Se uno sviluppatore, o un publisher ci propone un'idea potenzialmente unica che sfrutta le funzionalità del Wii U, ci sono alte possibilità che Nintendo possa diventare partner in una maniera senza precedenti".
Ci sono già alcuni esempi di questo tipo di partnerships. Nintendo pubblicherà diversi titoli terze parti per Wii U: Lego City: Undercover (Warner Bros. Interactive Entertainment), Ninja Gaiden 3: Razor's Edge (Tecmo), SiNG (FreeStyleGames') e Project P-100 ( Platinum Games).FONTE: nintendo.co.jp