Yakuza Zero Oggi alle ore 17:00

Giappone, 1988: inizia l'epopea di Yakuza!

Nintendo, due vittorie tutte italiane contro la pirateria

di

Nintendo annuncia oggi due vittorie nel campo della lotta contro la pirateria avvenute nel nostro territorio. Il 13 ottobre 2010 il Tribunale di Roma e il 19 dello stesso mese il Tribunale di Palermo hanno emesso ordinanze nei confronti di due aziende che hanno prodotto, distribuito e commercializzato i dispositivi per usufruire di software illegali sulle console Nintendo, disponendo il sequestro del materiale illegale. Le decisioni dei due Tribunali hanno stabilito che i game copiers violano le norme sul copyright e che coloro che li distribuiscono agiscono illegalmente e sono pertanto vincolati a rimborsare le spese sostenute per le procedure legali conseguenti. Dopo queste sentenze, insieme a quelle del tribunale di Milano, delineano in via definitiva il quadro legale per il mercato italiano: le norme sul Copyright vietano la fabbricazione, importazione, vendita e distribuzione di dispositivi che aggirano le misure tecniche di protezione messe in atto per la tutela del copyright stesso.
La pirateria videoludica continua ad essere un problema contro cui Nintendo si batte su scala mondiale. Simili favorevoli pronunce di altre corti di giustizia, contrarie ai distributori di dispositivi che duplicano videogiochi, sono state emesse in altri Stati membri della UE, come Germania, Paesi Bassi, UK e Belgio, oltre che negli Stati Uniti, Australia, Hong Kong, Giappone, Corea e Taiwan.