Nintendo ha provato ad acquistare i diritti di Harry Potter alla fine degli anni 90

di

Spuntano sul web alcuni retroscena su una vicenda curiosa: a quanto pare nel 1998, Nintendo ha provato ad assicurarsi i diritti del libro Harry Potter per creare videogiochi basati sulle avventure del celebre maghetto.

Le indiscrezioni arriverebbero da un ex artista di Nintendo Software Technology, la società aveva pianificato due gruppi di lavoro, il primo team si sarebbe dovuto occupare di giochi d'azione e avventura in terza persona mentre la seconda squadra avrebbe lavorato a titoli di vario genere, tra cui alcuni basati sul Quidditch. I piani prevedevano la pubblicazione dei prodotti in questione su Nintendo 64, Game Boy, GameCube e Game Boy Advanced e su tutte le future piattaforme della casa di Kyoto. JK Rowling tuttavia ha rifiutato l'offerta di Nintendo, preferendo ascoltare le proposte di major come Disney, Warner Bros e Universal.