Nintendo: parità di prezzo tra giochi retail e scaricabili

di

Nintendo ha ormai annunciato le sue intenzioni di entrare a piedi uniti nel mondo del digital delivery, poichè con Wii U e 3DS intende pubblicare tutti i suoi giochi a partire dal prossimo Super Mario Bros tanto in versione fisica quanto digitale. Dobbiamo ancora però scoprire quale sarà la politica adottata in merito ai prezzi dei giochi proposti attraverso questo nuovo canale.

Ad illuminarci è naturalmente Satoru Iwata.
" Alcuni publisher ritengono che le versioni digitali debbano costare di meno, mentre altri credono debbano costare esattamente quanto le controparti retail: Nintendo sceglie la strada di parificare i due prezzi, come già fanno altri operatori del mercato.
Questo perchè la premessa è che la versione scaricabile di un gioco abbia un valore assolutamente pari a quella fisica. Le persone valutano il valore delle cose in base alle proprie esigenze. "
Iwata nota che il valore aggiuntivo dell'acquisto digitale può consistere nell'immagazzinamento e trasportabilità del software all'intero dell'hardware; l'utente è quindi messo nelle condizioni di scegliere il tipo di servizio più adatto a sé a parità di prezzo; il che naturalmente, va ad aumentare i margini di guadagno nel momento in cui si eliminano spese di trasporto e distribuzione nei negozi.
I publisher third party, comunque, avranno libertà di promuovere i loro prodotti con prezzi più aggressivi e promozioni proprio come farebbero per le copie fisiche dei loro giochi. Nintendo si limiterà, come fa già ora, a proporre per le due versioni uno stesso prezzo suggerito.FONTE: Siliconera