Nintendo: profitti superiori alle aspettative nonostante le vendite in calo

di

Nintendo ha diffuso i risultati finanziari relativi all'anno fiscale 2015, terminato il 31 marzo scorso: negli ultimi dodici mesi la società ha generato profitti pari a 41.8 miliardi di yen (circa 340 milioni di euro) con un profitto operativo pari a 24.7 miliardi (200 milioni di euro).

Le vendite software sono in calo rispetto al precedente anno fiscale mentre i profitti superano le aspettative grazie principalmente al deprezzamento dello yen sul dollaro e al successo delle manovra di ristrutturazione di alcune aree di business, mossa che hanno permesso al colosso nipponico di contenere le spese.

Questi i dati relativi alle vendite console e software nel periodo indicato:

Wii U

  • Vendite hardware dell'anno fiscale - 3.38 milioni
  • Vendite software dell'anno fiscale - 24.4 milioni
  • Vendite hardware complessive - 9.54 milioni

Wii

  • Vendite hardware dell'anno fiscale - 460.000
  • Vendite software dell'anno fiscale - 11.73
  • Vendite hardware totali - 101.52 milioni

Famiglia Nintendo 3DS (compresi New 3DS e 2DS)

  • Vendite hardware dell'anno fiscale - 8.73 milioni
  • Vendite software dell'anno fiscale- 62.74 milioni di unità
  • Vendite hardware totali - 52.06 milioni

Per quanto riguarda il software portatile, Nintendo segnala le ottime vendite di Pokemon Rubino Omega/Zaffiro Alpha (9.94 milioni di copie) e Super Smash Bros 3DS (6.75 milioni). Tomodachi Life, The Legend of Zelda Majora's Mask 3D e Mario Kart 7 hanno venduto ciascuno più di due milioni di copie. Buone anche le vendite dei giochi Wii U, con Mario Kart 8 che ha raggiunto quota 5.11 milioni mentre Super Smash Bros si ferma 3.65 milioni di unità.

Infine, Nintendo ha rivelato le previsioni per l'anno fiscale in corso (che terminerà il 31 marzo 2016): la casa di Kyoto si aspetta un aumento nelle vendite pari a 3.7% e profitti in aumento grazie alla partnership con DeNA e ai sempre maggiori sforzi che verranno profusi nel mercato digitale, con la pubblicazione di nuovi DLC e titoli free to play. L'azienda prevede anche un calo generale nelle vendite hardware/software 3DS mentre per quanto riguarda il Wii U sono previste vendite stabili, con risultati simili a quelli registrati lo socorso anno.