Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

Nintendo: Tatsumi Kimishima parla di Wii U, 3DS e NX

di
Al termine della consueta conference call per illustrare i risultati finanziari dell'anno fiscale 2015, il presidente di Nintendo ha risposto alle domande degli azionisti, parlando di Wii U, NX e 3DS.

Per quanto riguarda Wii U, come già detto nei giorni scorsi, la casa di Kyoto si aspetta vendite piuttosto modeste, per questo motivo la produzione è stata diminuita e la società distribuirà circa 800.000 console nel corso di questo anno fiscale (dal primo aprile 2016 al 31 marzo 2017). Diverso invece il discorso relativo al 3DS, la console portatile sarà al centro delle strategie commerciali di Nintendo per il 2016, grazie al ricco parco titoli già disponibile e ai nuovi prodotti in uscita, come Pokemon Sole e Luna.

Sul fronte NX, Kimishima ha ribadito nuovamente che la finestra di lancio è stata scelta dopo attenti ragionamenti, Nintendo non vuole ripetere l'errore commesso con Wii U e sta lavorando per fare in modo che la console abbia un buon supporto software fin dal lancio, con nuovi giochi in arrivo anche nei mesi successivi al debutto nei negozi. L'obiettivo è fare in modo che i titoli arrivino sul mercato a cadenza regolare e che non ci siano "buchi" di mesi come accaduto sull'attuale console.

Il presidente specifica che NX non sarà venduta in perdita e la console genererà profitti sin da subito, nonostante molti analisti abbiano predetto il contrario. Infine, Kimishima ha risposto a una domanda riguardo l'azzardo rappresentato dall'aver saltato il lancio natalizio, periodo nel quale le persone sono solitamente propense a spendere più denaro del solito. Per NX, uscire a marzo è assolutamente la cosa giusta da fare per non ripetere gli errori del passato, Nintendo preferisce attendere piuttosto che affrettare troppo i tempi e lanciare una console con pochi titoli di scarso appeal commerciale. NX sarà il pilastro della casa di Kyoto per i prossimi anni, insieme ai giochi mobile che stanno riscuotendo un grande successo.