Nuovi dettagli ed una petizione per la questione Konami-Kojima

di

Ormai hanno fatto il giro della rete e sono sulla bocca di tutti i rumor riguardanti l'interruzione dei rapporti tra Komani e Hideo Kojima, prevista al termine dei lavori su Metal Gear Solid V: The Phantom Pain. Quest'oggi una fonte anonima ha rivelato alcuni dettagli sulla questione.

Il portale GamerCenterOnline ha riportato delle dichiarazioni di origine ignota (secondo il sito provengono dallo stesso informatore dei giorni scorsi): "Hideo Kojima ha una passione ardente per Metal Gear e sa bene quanto la serie sia finanziariamente importante. Da un po' Kojima avrebbe dovuto finire di lavorare sulla serie, ma abbiamo bisogno di Metal Gear". La fonte ha poi discusso riguardo i cambiamenti dell'industri videoludica e a proposito della voglia di Kojima di crescere come sviluppatore; un bisogno che sarebbe stato bloccato dalla visione che Konami avrebbe di Kojima Productions. Pare inoltre che il progetto di rinascita del brand Castlevania, culminato con Castlevania: Lords of Shadows, fosse un modo (finito in maniera non programmata) per dare a Kojima Productions un diverso soggetto su cui lavorare. Per chi si fosse perso alcuni dettagli sulla vicenda, Konami ha eliminato le diciture "A Hideo Kojima Game" da tutto il materiale riguardante il franchise di Metal Gear; a tal proposito un utente ha aperto una petizione (che trovate a questo indirizzo) per ristabilire i crediti al legittimo creatore.