Oculus Rift: il co-fondatore travolto e ucciso durante un inseguimento della polizia

di

Andrew Reisse, co-fondatore di Oculus, è morto giovedì scorso all'età di 33 anni, travolto da un'auto in fuga dalla polizia. La gang, per sfuggire alle forze dell'ordine, ha superato diversi incroci con il semaforo rosso, incluso quello in cui stava attraversando Reisse sulle strisce pedonali. L'auto, dopo l'incidente mortale, si è schiantata a qualche centinaia di metri più in la: il guidatore è ricoverato in ospedale, piantonato dalle forze dell'ordine, per le ferite avute dall'incidente.
Sul sito ufficiale di Oculus, la compagnia che Reisse ha aiutato a creare, ha voluto ricordarlo con il seguente tributo.

Andrew era un ingegnere di computer grafica brillante, un fotografo e escursionista appassionato che amava la natura, ed un amico leale. Andrew era unico in tanti modi interessanti. E' sempre stato straordinariamente gentile e assolutamente disinteressato. E' stato un mentore e una fonte di ispirazione per tutti intorno a lui.
"La responsabilità che avuto Andrew sul software e l'hardware che abbiamo sviluppato in Oculus è incommensurabile. Era a capo dell'Oculus SDK, dell'integrazione del motore Unreal, del VR di Hawken, e di quasi tutte le demo che abbiamo mostrato quanto la società era agli inizi. Andrew ci è stato tolto molto prima del suo tempo. Le parole non possono esprimere quanto sia doloroso perdere una persona come lui, e quanto sia profonda la mostra vicinanza alla sua famiglia. Andrew, sarai sempre nei nostri pensieri e non sarai mai dimenticato. Ti vogliamo bene, Reisse."
Le nostre condoglianze vanno alla famiglia di Reisse e a tutto il team di Oculus.FONTE: oculusvr.com