Oltre 30 i videogiochi italiani presenti a Milan Games Week Indie 2016

di
INFORMAZIONI GIOCO
Milan Games Week, la manifestazione italiana dei videogiochi in programma da venerdì 14 a domenica 16 ottobre presso FieraMilanoCity, ospiterà per il quarto anno consecutivo Milan Games Week Indie, spazio espositivo dedicato ai videogiochi sviluppati dai giovani talenti italiani.

Il pubblico avrà modo di giocare con oltre trenta tra i titoli più promettenti e rappresentativi del panorama indie nostrano, di recente o prossima uscita, e di incontrare gli stessi sviluppatori che li hanno realizzati. Una forte dimostrazione del periodo di grande vitalità che oggi sta vivendo l’industria videoludica italiana, nonché un’occasione unica per provare decine di prodotti originali.

Uno sguardo da vicino ai protagonisti dell’area

In 5 Minutes Rage, titolo destinato a PC e Xbox One dello studio mantovano Indomitus Games, i giocatori si affrontano a colpi di cannonate in un party shooter 2.75D dalle colorate ambientazioni sci-fi, in stile anni ’80. Un gioco pensato per rapide partite in compagnia, cariche di azione, strategia e adrenalina. In cui vince il giocatore dai riflessi migliori e più rapido a segnare punti. Lo studio milanese 3DClouds si presenta con All-Star Fruit Racing, un racing per PC in cui rapidi kart sfrecciano in circuiti dove la frutta è onnipresente. Tra corse all’ultimo respiro, derapate mozzafiato, un cast femminile che incarna i diversi tipi di frutta, nonché la raccolta e il mixaggio dei frutti sparsi per i tracciati utili ad ottenere bonus che ribaltino la gara, il divertimento è assicurato. Lo studio di sviluppo salernitano Mangatar porta con sé Asgard Rift: Battle Arena, videogioco pensato per iOS, Android e Windows Phone. In questo card game tattico con personaggi da collezionare e far evolvere, il giocatore affronta altri utenti in battaglie PvP in tempo reale per creare il deck perfetto e scalare le classifiche mondiali. Ogni vittoria porta a trofei e ricche ricompense, come nuove carte, rune ed evoluzioni. Atomine, il twin stick shooter sviluppato da Broken Arms Games per Xbox One, è ambientato in un mondo virtuale costituito da una fitta rete di Server, Proxy e Database stratificati e controllati da un Mainframe. Il giocatore controlla l’intelligenza artificiale Atomine, e deve raggiungere il Mainframe per poter controllare tutta la rete virtuale. Per farlo però deve farsi strada ad armi spianate tra pericolosi Antivirus e Firewall. Pensato per HTC Vive, Oculus Rift e PlayStation VR, il thriller psicologico Blind del torinese Tiny Bull Studios offre un’esperienza avvincente. Nei panni di una ragazza che dopo incidente si risveglia priva di vista in una casa sconosciuta, il giocatore deve addentrarsi nell’oscurità più totale e, sfruttando l’ecolocazione per muoversi tra le stanze, risolvere enigmi e scoprire un’oscura verità. Bookbound Brigade, dello studio milanese Digital Tales, sviluppato per PC e console, offre una nuova interpretazione dei classici e dei loro personaggi senza tempo. Con uno stile grafico colorato e l’innovativa meccanica della brigata, coinvolge i giocatori con una storia divertente e un gameplay inedito. Scopo del gioco è prendere a mazzate i personaggi storici e letterari che ci hanno perseguitato negli anni di scuola. Il milanese Tiny Pixel presenta Boss Defiance per PC e Mac. Gioco in pixel art con un gameplay asimmetrico, Boss Defiance mette tre giocatori, gli Eroi, contro un giocatore solitario, il Boss. Scopo degli Eroi è di eliminare il Boss e difendere il “cuore del dungeon”. Scopo del Boss, invece, è quello di superare le diverse stanze e distruggere proprio ciò che gli Eroi proteggono. Gioco di calcio local-multiplayer che supporta fino a 22 giocatori in contemporanea, CapRiders: Euro Soccer è stato sviluppato dal mantovano 3GoGames per PC. Il giocatore può scegliere il proprio team tra le 12 migliori squadre europee, comporre la formazione con le caricature dei giocatori reali e sfidare i suoi amici in tantissime arene, ognuna con caratteristiche e stili di gioco unici. Sviluppato dallo studio romano Invader Studios, Daymare: 1998 è un survival horror in terza persona sviluppato con Unreal Engine 4 e previsto per PC. Forte di un comparto tecnico di alta qualità, il titolo è caratterizzato da enigmi ambientali, scarsa presenza di munizioni e di armi, nemici mortali e un’atmosfera horror immersiva e palpabile. Un videogioco che reinterpreta gli stilemi dei survival horror classici.

Avventura punta&clicca illustrata e animata a mano, di genere noir umoristico, in cui il protagonista è un pennuto e scontroso investigatore privato alle prese con un caso scottante: questo è Detective Gallo, titolo creato per PC da Footprints Games, studio di Macerata. Impersonando il Detective Gallo, il giocatore deve condurre un’indagine ai limiti dell’assurdo per scoprire la verità sulla terribile strage di vegetali in città. Disponibile per iOS e Android, Donka Donka è un gioco di corse sviluppato dal tarantino Neko8Games. Alla guida di automobili fiammanti, il giocatore deve conquistare dieci bellissime ragazze. Per riuscirci deve sfrecciare attraverso quattro grandi location: al mare, in montagna, nel deserto e in città. Abilità al volante e strategia in amore sono le uniche armi per fare colpo sulle giovani fanciulle. Downward, di Caracal Games, è un parkour open world in prima persona per PC ambientato in un medioevo post-apocalittico, caratterizzato da scenari mozzafiato, con forti elementi di esplorazione e una trama profonda. Il giocatore è chiamato ad affrontare gli antichi guardiani di questi luoghi, acquisire nuovi poteri e controllare i tre pianeti nella volta celeste per stravolgere l’ambientazione di gioco. Dry Drowning, sviluppato per PC dal fiorentino Studio Oneiros, è un punta e clicca investigativo con tinte thriller ambientato nel 2066, all’interno di un universo distopico. Il giocatore, nei panni dell’investigatore privato senza scrupoli e dal passato torbido Mordred Foley, si ritrova immerso in una serie di macabri casi di omicidio seriale, che si rifanno alle tragedie greche classiche. Il padovano Potato Killer Studios presenta Fangold: The Eventful Adventures of Land of Britain per PC, Mac, Linux, iOS e Android. Gioco di carte digitali collezionabili ambientato nel mondo di Land of Britain, permette al giocatore di creare il proprio mazzo di carte sfruttando le capacità di nove eroi. Multiplayer online, sfide PvP e crafting sono solo alcune delle caratteristiche di un gioco avvincente. Sviluppato da Stelex Software per PC e Mac, Feel Me, Hear Me vede Azaël, ragazza di 27 anni, imbattersi in una minacciosa presenza che le fa perdere i sensi. Quando si risveglia si trova in una stanzetta situata nella torretta di una casa in cui non è mai stata, ma che le sembra familiare. Deve quindi scoprire dove si trova e perché è lì, esplorando una villa piena di misteri. Fur Fight, gioco dell’udinese Team Red Panda, è un gioco multiplayer sincrono per Android e iOS. Gli animali buffi e pelosi che lo popolano sono in lotta fra di loro e lo scopo del gioco consiste nello sconfiggere più avversari possibile nel tempo di un round. Combattimenti imprevedibili e senza esclusioni di colpi animano colorate arene in cui possono sfidarsi fino a quattro giocatori. Sviluppato dalla romana Megalomània per iOS e Android, Fury Roads Survivor è un gioco casual in cui il giocatore deve sopravvivere a feroci inseguimenti automobilistici in un mondo desertico, devastato da una apocalisse di cui non se ne conosce la natura. A sua disposizione tanti veicoli personalizzabili con accessori di attacco o difesa, tra cui corazze, mitragliatori e impulsi elettromagnetici. Atteso su PC e Xbox One, Gridd: Retroenhanced del milanese AntabStudio è un veloce arcade shooter dal mood visivo e dalle atmosfere sonore fortemente ispirate agli anni ’80. Nei panni di un anonimo hacker alle prese con l’attacco ad un sistema informatico di titaniche proporzioni chiamato Gridd, il giocatore fluttua lanciato a tutta velocità su di una pista a generazione procedurale.

Sviluppato dallo studio di sviluppo romano Storm in a Teacup per PC, con supporto ai dispositivi di realtà virtuale HTC Vive e Oculus Rift, Lantern è videogioco ispirato al mondo orientale. Il giocatore impersona il vento e deve guidare una splendida lanterna per diffondere il messaggio dell’amore eterno e riportare vita e colore nel mondo. Lantern è una vera e propria esperienza di gioco rilassante, piena di emozioni positive. In sviluppo per PC, Lost Paradise dell’alessandrino Stigma Studios è un action adventure basato su una storia coinvolgente, misteriosa e unica. Il titolo punta a offrire un comparto grafico e sonoro di alto livello, nonché diverse situazioni di gameplay che variano da combattimenti contro boss epici, che offrono un’esperienza oltremodo dinamica e coinvolgente, a dialoghi riflessivi e sezioni cupe degne di un horror.
Di prossima uscita su PC, PlayStation 4 Xbox One, Milanoir di Italo Games è un action shooter in pixel art che trae ispirazione dai grandi classici del cinema poliziesco italiano degli anni ’70. La forte componente d’azione si accompagna ad un impianto narrativo solido di stampo gangster/noir. Una Milano grigia, sporca e ambigua fa da sfondo a sparatorie, inseguimenti e crimini efferati. In un mondo grigio, pieno di adulti che pensano solo ai propri affari, i giovani son soliti sognare e scavare nel profondo dei loro regni di fantasia. Oh! I’m Gettin’ Taller del bresciano Elf Games Works è un puzzle platform per PC spensierato, che parla di un bambino e del suo desiderio di crescere. La possibilità di fare scelte giuste o sbagliate, finali multipli e un’ambientazione dinamica sono gli ingredienti principali del titolo. Pocket Rush, dello studio romano redBit games, è un racing game innovativo, sviluppato per iOS e Android pensando ad un’interfaccia totalmente touch. Grazie alla sua grafica in 3D il titolo si presenta agli occhi del pubblico coloratissimo, forte di 30 tracciati che riproducono luoghi reali come Mont Saint Michel oppure la Sicilia, rendendo l’esperienza di gioco personale ed evocativa. Sviluppato dal milanese StupidiPixel per PC, Mac, Linux, Quadri & Ladri permette al giocatore di gestire il proprio museo. Gli obiettivi sono molteplici: individuare le opere migliori da esporre, far accrescere la popolarità del museo per attirare nuovi visitatori, espandere l’edificio e, ultimo ma non meno importante, installare allarmi che tengano lontani i ladri che di notte cercano di rubare i quadri. Creato dalle menti del triestino Stormborn Studio per i dispositivi di realtà virtuale HTC Vive e Oculus Rift, Runes: The Forgotten Path è un action fantasy in cui il giocatore veste il ruolo di un mago. Attraverso il sistema di movimento dei controller, si possono evocare potenti magie con cui interagire con l’ambiente. Il tutto accompagnato da un comparto grafico d’impatto e da una narrazione appassionante. SIHEYU4N, dello studio milanese We Are Müesli, è un action puzzle cooperativo per quattro giocatori per PC, Mac, Android e iOS. Una variazione local-multiplayer delle classiche meccaniche di “falling blocks”, in cui lo scopo è far precipitare le tessere colorate negli spazi corrispondenti della griglia centrale. Per farlo però è necessario collaborare con gli altri giocatori e condividere con loro una strategia comune. Ideato dalla romana Reddoll per PC, PlayStation 4 e Xbox One, Space Outlaws è uno space combat 3D in prima persona in cui il giocatore può passare dalla modalità FPS a quella di dogfight, in un universo procedurale senza limiti. Nel mentre si possono modificare navi, commerciare risorse, fondare avamposti, atterrare su pianeti, combattere contro gli alieni e molto altro ancora.

The Wardrobe, dello studio C.I.N.I.C. Games con sede a Pisa, racconta su PC la storia di Skinny, ragazzo ucciso per errore dal suo amico Ronald, che torna misteriosamente in vita e decide di vegliare sull’amico rinchiudendosi all’interno di un armadio. Le cose però cambiano quando Skinny si rivela a Ronald per salvargli la vita. La milanese Cybercoconut presenta su PC The Way of Life, un videogioco chef a rivivere le stesse esperienze di vita dal punto di vista di tre personaggi di differente età: un adulto, un bambino e un anziano. Le meccaniche di gameplay sono adattate allo stile di ogni protagonista, rendendo il titolo allo stesso tempo un platform, un esplorativo e un “walking simulator”. In Toygeddon, del milanese Unreal Vision, il Grand Central Mall sta per essere demolito. I giocattoli dimenticati lottano quindi per le riserve di batterie prima che il proprio mondo si spenga del tutto. Toygeddon è un racing online battle arena che offre al giocatore la possibilità gareggiare in una sfida avvincente, distruggendo i propri avversari e rubando loro le abilità. Voodoo, survival game multiplayer sviluppato per PC e Mac dallo studio di sviluppo Brain in the Box, con sede a Cuneo, è ambientato in un’Africa primitiva, dove l’uomo si sta affacciando per la prima volta alla civiltà e il concetto di terreno e divino non è ancora ben definito. Obiettivo del giocatore è creare un villaggio insieme ai propri amici e combattere enormi Colossi per conquistare il loro antico potere. Lo studio di sviluppo di Milano Digital Mantis mostra Yon Paradox, puzzle survival pensato per PC e HTC Vive e Oculus Rift, dove il vero puzzle è il giocatore stesso. Ambientato in una dimensione cibernetica governata da una macchina del tempo ormai rotta, distorsioni incontrollabili riportano periodicamente il giocatore indietro nel tempo. E il protagonista si ritrova a combattere contro il se stesso del passato. Sviluppato per PC, PlayStation 4 e Xbox One, Woodle Tree 2: Worlds del milanese Chubby Pixel è il seguito di Woodle Tree Adventures rilasciato su PC. Il male è tornato sotto forma di un albero oscuro che sta disidratando le piante e le terre di tutto il mondo. Il nuovo eroe deve quindi scoprire un totale di otto livelli diversi in cui sono nascoste le sacre gocce, unico modo per far rinascere gli alberi della vita. Oltre a questi titoli, in Milan Games Week sarà possibile provare videogiochi e app italiane pensate per i giocatori più piccoli, presenti nell’area Milan Games Week Junior. Saranno presenti infatti delle postazioni di gioco di Art Stories Cities dello studio di sviluppo Art Stories, GangPad di Big Bang Pixel, Il Ballo delle Goccioline di Bytwice, LiloTito di Vallaround, Lola Slug alla Mostra di Giulia Olivares e Mash&Co dell’omonimo studio di sviluppo Mash&Co.