Pachter: escludere il mercato dei videogiochi usati significa distruggere l'industria

di

Michael Patcher ha rilasciato alcune opinioni riguardo la possibilità che le console di prossima generazione dispongano di sistemi che impediscano o limitino l'uso di videogiochi usati. L'analista di Wedbush Security ha affermato nell'ultima puntata del suo show su Gametrailers che escludere questa parte del mercato significherebbe distruggere l'intera industria. "Penso che l'industria si disintegrerà: non ci saranno più videogiochi se le console next-gen non supporteranno l'usato."

"Mi chiedo perché le console di prossima generazione non dovrebbero supportare i giochi usati. Sony attualmente non vende molto software: forse solo il 10% delle vendite sono prodotti Sony. Tutto il resto proviene dalle terze parti. Sony non andrebbe compunque ad aumentare le sue vendite, se non di un 1-2%."
Secondo le stime di Patchter inoltre, l'impatto dell'usato sul mercato dei videogame non supera il 5%.  Una battaglia contro questo settore si rivelerebbe un'arma a doppio taglio per i produttori, che rischierebbero di fare una battaglia inutile, che rischia di far perdere appeal e accessibilità ai propri hardware agli occhi dei consumatori.