Platinum Games critica l'industria videoludica giapponese

di

Il presidente e CEO di Platinum Games, Tatsuya Minami in una lettera aperta sul portale della compagnia ha criticato duramene l'industria videoludica giapponese, affermando che i videogiochi realizzati in Giappone sono sempre meno innovativi.
"Credo che i giochi esistano per offrire idee sempre fresche, che stupiscano le persone. Come membri dell'industria videoludica, noi di Platinum Games siamo sempre alla ricerca del nuovo , e siamo orgogliosi di fare la nostra parte per sostenere la nostra industria. Ciò nonostante, l'attuale business si trova in difficoltà. Le idee nuove che ho citato prima sono sempre di meno, soprattutto in Giappone."

"Non poco tempo fa, la nostra nazione era leader mondiale nel settore, e non era una coincidenza il fatto che i videogame erano definiti una specialità tipicamente giapponese; tuttavia ora sembra che molte compagnie nipponiche abbiano perso il loro vigore. Le serie si allungano sempre di più, e i titoli originali sono sempre più una rarità. Il nostro obiettivo è diventare un nuovo punto di riferimento per l'industria giapponese, capace di portare felicità e innovazione ai giocatori di ogni angolo del globo."FONTE: Platinum Games