STRAFE Adesso online

Giochiamo in diretta con Strafe, FPS dallo stile retrò.

Project Dream: i promotori fanno chiarezza e smentiscono l'arrivo di un nuovo Dreamcast

di
INFORMAZIONI GIOCO

Nei giorni precedenti al Natale, si è parlato molto di "Project Dream", iniziativa promossa da un gruppo composto da appassionati ed ex dipendenti SEGA: le parole del leader del progetto hanno portato a pensare al possibile lancio di una riedizione del Dreamcast da parte della compagnia giapponese ma le cose non stanno esattamente così.

Bertie Wiseman e Ben Plato hanno voluto fare chiarezza, specifcando che i due non conoscono i piani futuri di SEGA ma sicuramente non c'è nessun Dreamcast Limited Edition in programma. Il gruppo sta attualmente gestendo una petizione per sensibilizzare la grande S a prendere in considerazione l'idea, nessun reale contatto è stato stabilito con SEGA. Inoltre, Ben e Bertie specificano che la società giapponese non sta aprendo una nuova divisione di ricerca e sviluppo, come invece aveva dichiarato Patrick Lawson prima di Natale. Lo stesso Lawson è stato poi escluso dal gruppo a causa delle errate informazioni diffuse in precedenza, che hanno generato parecchia confusione sul web. Al momento, quindi, il "Project Dream" va avanti e il gruppo continuerà a raccogliere firme e idee da sottoporre al publisher giapponese, con la speranza che questo possa considerare l'idea di lanciare sul mercato una riedizione del Dreamcast, tuttavia è bene chiarire nuovamente che non ci sono mai stati contatti con l'azienda.