PS Vita: il progettista della console parla delle sue caratteristiche

di

In un'intervista esclusiva rilasciata alla redazione di PlayStation Blog, Tokashi Sogabe di Sony Corporate Design Centre, il caporeparto della squadra che si è occupata dell'estetica di PS Vita, ha condiviso alcuni dettagli sulle caratteristiche della console, come le dimensioni dello schermo e la scelta di introdurre due leve analogiche.

"Quando abbiamo visto per la prima volta un prototipo dello splendido schermo OLED che abbiamo usato per PS Vita, abbiamo pensato che meritava di essere un po' più grande dello schermo da 4,3 pollici che è stato scelto per PSP. Direi che forse abbiamo optato per i 5 pollici per amplificare al massimo la meraviglia che abbiamo provato quando abbiamo visto l'OLED per la prima volta." ha affermato Sogabe.

"Basta poco per credere che lo schermo più grande sia sempre il migliore, ma non è così. Abbiamo discusso molto e abbiamo anche ipotizzato di usare uno schermo con tasti inclusi da 5,5 pollici, ma questo avrebbe avuto un impatto negativo sull'ergonomia del sistema e dunque l'idea è stata scartata."
Per quanto riguarda l'utilizzo di due leve analogiche, Sogabe ha affermato che il team degli ingengeri hanno trovato davvero difficile inserirle in un design così compatto.
"Gli ingegneri hanno lavorato a lungo sulle levette analogiche di PS Vita, e le loro compattissime dimensioni le hanno rese una sfida incredibile dal punto di vista tecnico. Abbiamo anche costruito un prototipo con dei pad piatti, simili a quelli dei portatili, ma non ci sembrava abbastanza sensibile per l'esperienza di gioco: ci siamo resi conto che spostare le levette è fondamentale per avere una sensazione di controllo totale.
Per quanto riguarda il mio lavoro di designer, progettare le levette è stata una vera impresa: è molto più semplice ideare prodotti con superfici completamente lisce. Abbiamo discusso a lungo su dove posizionare le levette analogiche. Non mi sembrava che fossero in una posizione ideale, dal punto di vista del design, ma Worldwide Studios era convinta che si trovassero nella posizione ideale per rendere confortevole l'esperienza di gioco... e avevano ragione."
FONTE: PlayStation Blog