PSN Gate: Sony rifiuta ufficialmente l'invito a comparire davanti al Congresso USA

di

Come oramai noto, il Congresso americano aveva formalmente chiesto a Sony di presenziare un'udienza per spiegare come sia stato possibile il furto di milioni di dati personali di cittadini americani dal Playstation Network. La risposta ufficiale a questa richiesta è arrivata qualche ora addietro per bocca di una funzionaria del Congresso, tale Mary Bono Mack, che ha riferito le parole di un dirigente Sony incaricato di rispondere ufficialmente. Bene, la risposta è stata un secco: "No, grazie". In realtà Sony si è giustificata dicendo che sono tutt'ora in corso indagini interne per capire come e cosa sia realmente accaduto. Ad ogni modo dal Congresso fanno sapere che Sony ha solo rimandato a data da destinarsi questa comparizione per dare modo di concludere le indagini interne ed avere così, un quadro ben preciso e definito della situazione.

FONTE: GamePolitics