Realtà Virtuale: Valve incolpa gli sviluppatori per il motion sickness

di

Uno degli aspetti della realtà virtuale che più preoccupa i consumatori (oltre ovviamente al supporto ed al prezzo) è la questione motion sickness: la sensazione di malessere manifestata da alcuni utenti alle prese con i visori.

Chet Faliszek di Valve ha una posizione molto precisa in merito: "L'idea che i visiori per la realtà virtuale possano farvi star male è una stronzata. Ci sono persone che si fanno condizionare da quanto hanno sentito e da quanto hanno visto in precedenza, e non vogliono provare le demo per paura di star male. La colpa è degli sviluppatori. Ormai la tecnologia hardware è evoluta e non è più responsabile del motion sickness. Sono le scelte degli sviluppatori che vi fanno star male, e voi dovreste fargli sentire il vostro dissenso."

Vive, il visore per la realtà virtuale di Valve e HTC, implementerà il sistema 'lighthouse' che permetterà agli utenti di muoversi in uno spazio di 5 per 5 metri. Secondo Chet, Vive supera la concorrenza (Oculus rift e Playstation VR) perchè non utilizza i controller tradizionali che, non imitando i movimenti del corpo umano, sono parte del problema del motion sickness.

FONTE: VG247
Quanto è interessante?
0