Secondo Phil Spencer non esiste la 'Clausola di Parità' per gli indie su Xbox One

di

Ai microfoni di Edge, Phil SPencer ha rivelato che la cosiddetta 'Clausola di Parità' che vincola la distribuzione dei giochi indipendenti su Xbox One non esiste.

A proposito dell'accordo con gli sviluppatori indie, di cui vi abbiamo già parlato in questa notizia, il capo della divisione Xbox ha dichiarato: "C'è questa idea che è stata chiamata 'Clausola di Parità' ma che non è veramente una clausola. Negli ultimi quattro-cinque mesi siamo stati molto trasparenti riguardo al nostro rapporto con gli sviluppatori indipendenti. Se c'è una software house al lavoro su un titolo che non può essere sviluppato subito per tutte le piattaforme, non c'è problema. Le release scaglionate sono ok. L'abbiamo già fatto in passato e li abbiamo supportati. Quando c'è un accordo di esclusività temporanea con un'altra piattaforma aspettiamo che l'accordo scada e poi lavoriamo con lo sviluppatore per rendere il gioco speciale. La software house ha fatto un accordo ed è stata pagata; va bene, anche noi stringiamo queste collaborazioni. Alcuni si sono lamentati del nostro modo di agire ma credo che in realtà aiuti gli sviluppatori, perchè i videogiocatori non vogliono lo stesso gioco già uscito mesi prima, vogliono qualcosa di nuovo e speciale."

FONTE: Gamepur Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti