Secondo un sondaggio di Gamestop, il 60% dei videogiocatori non acquisterà una console che blocca i videogiochi usati

di

Un'indagine interna eseguita da Gamestop rivela che circa il 60% dei giocatori non acquisterà una console che impedisce l'utilizzo di videogiochi usati. Gli ultimi rumor sulla prossima Xbox di Microsoft indicano proprio che la nuova piattaforma avrà un sistema di codici d'attivazione che impedirà ai consumatori di utilizzare software di seconda mano.
Durante un intervento in occasione del Goldman Sachs Technology and Internet Conference, il CFO di Gamestop, Rob Lloyd, ha citato la ricerca, eseguita su un campione di 21 milioni di membri iscritti al suo programma fedeltà PowerUp Rewards.

"Credo che approssimativamente il 60% degli acquirenti ha dichiarato che non comprerà una nuova console se non potrà utilizzare i giochi usati.
"Ci sono due identità che i publisher e i costruttori di console devono considerare. La prima è costituita dai rivenditori come Gamestop, che muovono i loro prodotti lungo la catena. La seconda è formata dagli sviluppatori dei videogiochi. Le software house sono storicamente contrarie al mercato dell'usato, visto che non partecipano al flusso di reddito generato da questo business. I publisher si trovano nel mezzo. Sanno quanto siano importanti entrambi questi lati dell'industria, l'importanza del mercato dell'usato nell'ecosistema generale del mercato videoludico. Credo che i costruttori delle console debbano considerare questi aspetti e trovare un equilibrio. Si devono domandare "E' una cosa giusta da fare? Genereremo maggiori introiti con questa mossa?" Penso che le parole dei consumatori questo punto indichi chiaramente che bloccare l'uso dei videogiochi usati sia una cosa da non considerare."
E voi? Acquistereste una console che blocca i videogiochi di seconda mano?