Si dividono le strade di Hideo Kojima e Konami

di

Dopo molte incessanti voci di corridoio, dopo le ombre gettate dalla cancellazione del nuovo capitolo di Silent Hill e a seguito dei messaggi disseminati all'interno di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, sembra che il momento da molti pronosticato e al contempo temuto sia finalmente arrivato: Hideo Kojima ha lasciato Konami.

L'evento sarebbe avvenuto poco più di una settimana fa, il 9 ottobre, con tanto di cerimonia d'addio assistita da più di 100 colleghi e amici del maestro Kojima, ma non dal presidente del publisher giapponese, Hideki Hayakawa, né tanto meno dall'amministratore delegato, Sadaaki Kaneyoshi.

Rimane ancora incerto il futuro del leggendario game designer, il quale, a quanto pare, sarà costretto ad una vacanza forzata almeno fino a dicembre di quest'anno, a causa di una clausola di non competizione che gli impedirebbe di collaborare con un qualsiasi altro studio che non sia sotto il controllo di Konami.

Kojima entrò a far parte dell'azienda quasi 30 anni fa, nel lontano 1986, e diede i natali alla saga Metal Gear, una delle più iconiche serie del mondo videoludico, l'anno successivo, nel 1987. Questa è davvero la fine di un'era.

FONTE: The New Yorker