Sony brevetta un metodo per combattere la pirateria basato sui tempi di caricamento dei giochi

di

Un brevetto che descrive "un metodo per validare prodotti legittimi" attribuito a Sony Computer Entertainment America è emerso all'inizio di questa settimana. Presentato nel mese di agosto 2011, il brevetto dimostra che è possibile stabilire se un sistema è "piratato" o meno confrontando due tempi di caricamento rispetto ad un benchmark riferito ai media. E' prevista anche una seconda fase di validazione in cui vengono collegati il numero di serie e le informazioni di identificazione dell'utente con quello originario del produttore o dello sviluppatore del titolo multimediale. Esempi di informazioni utente possono includere account, ubicazione, indirizzi iP, velocità di connessione e numero di licenza del prodotto. In poche parole, il ciclo di validazione si baserebbe sui ritardi di caricamento provocati da un hardware modificato. Naturalmente non è possibile sapere se e quando Sony inizierà ad usare questo stratagemma per combattere la pirateria sulle future console di gioco.

FONTE: Joystiq
Sony brevetta un metodo per combattere la pirateria basato sui tempi di caricamento dei giochi