(Dis)Comfort Zone: Outlast 2 Adesso online

Nuovo episodio della (dis)Comfort Zone dedicata ad Outlast 2

Sony rimborsa parzialmente un utente che ha perso 600 dollari in seguito al furto del suo account PSN

di

Un possessore di PlayStation 4 (conosciuto con il nickname "Kadjar" su Reddit) si sta scontrando in queste con Sony Corporation per ottenere un rimborso pari a 600 dollari, richiesto a seguito del furto del suo account PlayStation Network.

Ricapitoliamo la storia, così come raccontata dal malcapitato giocatore:

Un giorno l'utente riceve numerose ricevute di acquisto per contenuti a pagamento scaricati dal PlayStation Network, per un importo totale pari a 600 dollari. La sua console risulta bannata e l'account associata a una seconda console a lui totalmente sconosciuta. Appare evidentemente quindi il furto dell'account con conseguente associazione a un'altra PlayStation 4, a questo punto Kadjar contatta Sony e la compagnia avvia subito una lunga serie di indagini interne per fare chiarezza sull'accaduto.

Risultato? Sony Corporation concederà un rimborso di 150 dollari sotto forma di credito PlayStation Network, a patto però che il giocatore decida di chiudere così la questione, accontentandosi quindi della cifra offerta. In caso contrario, Sony potrebbe bannare definitivamente l'account di Kadjar e l'utente non potrà più accedere ai contenuti legalmente acquistati e associati al suo profilo. Inoltre c'è un secondo problema, a causa di alcune regole relative agli accordi di licenza, l'account potrà essere associato nuovamente alla console primaria tra sei mesi, in questo lasso di tempo lo sfortunato Kadjar non avrà accesso al suo profilo. E' bene chiarire che al momento il colosso nipponico non ha commentato la vicenda, il topic pubblicato su Reddit sta destando molto scalpore, restiamo in attesa di scoprire come si evolverà la questione.