Sony risponde agli attacchi hacker

di

Sembra che Sony abbia deciso di reagire ai recenti attacchi hacker che l'hanno coinvolta prendendo i provvedimenti forse più inaspettati.

Stando al sito Recode, infatti, sembrerebbe che il colosso giapponese stia lanciando attacchi DDoS contro i responsabili della recente intrusione nei server di Sony Pictures, con l'obbiettivo di mandarli offline. Per farlo la società pare stia utilizzando i servizi web di Amazon, i cui data center sono situati a Tokyo ed in Singapore. Al momento non è stata resa nota l'efficacia di questa tattica che mira a bloccare la diffusione dei 100 TB di file rubati a Sony Pictures. Tutto questo ha un che di ironico, considerando i recenti attacchi di questo tipo che stanno creando noie alle maggiori personalità dell'industria videoludica, tra cui Sony stessa.FONTE: ReCode