Take-Two: Evolve e Battleborn non sono indicativi degli standard della compagnia

di
INFORMAZIONI GIOCO
Durante la MKM Partners Entertainment, Leisure and Internet Conference, il CEO di Take-Two ha parlato di Red Dead Redemption 2 e della politica di annualizzazione dei franchise più popolari da parte dei competitor, inoltre si è soffermato su due titoli del catalogo 2K Games, ovvero Evolve e Battleborn.

Strauss Zelnick specifica che entrambi i titoli non sono assolutamente rappresentativi degli standard di qualità di 2K Games e Take-Two: "2K Games è una grande etichetta ma in questo business succede che qualcosa non vada sempre come ci si aspetta in particolar modo durante il lancio di una nuova IP. Evolve è un caso particolare, lo abbiamo acquisito dopo la bancarotta del precedente publisher ed è stato sviluppato da uno studio esterno sotto la supervisione di 2K. Sapevamo di avere tra le mani qualcosa di diverso e ci abbiamo puntato ma i fan si sono divisi e il gioco non ha ottenuto il successo sperato."

Per quanto riguarda Battleborn, invece: "E' stata una delisione e non lo abbiamo mai nascosto. Non credo però che il gioco possa essere considerato indicativo degli standard di 2K Games, parliamo di una compagnia che pubblica titoli come Civilization VI, XCOM 2, NBA 2K17, tutti con un metascore ben superiore al 90."

Per Zelnick, l'obiettivo di Take-Two e delle sue controllate è quello di pubblicare titoli di grande qualità capaci di riscuotere un ottimo successo commerciale, come nei casi citati poco sopra.

FONTE: DualShockers
Take Two

Take Two