Ubisoft:"Giocando a ZombiU nello stesso modo di Call of Duty si fa una brutta fine"

di

ZombieU non è paragonabile alla modalità zombie di Call of Duty, poichè ci penserà già Black Ops 2 a coprire quel settore. Si tratta di un gioco più vicino a Dark Souls con gli zombie, poichè senza un approccio più tattico si passa all'altro mondo in men che non si dica. Non è uno scherzo. Ubisoft ha aumentato notevolmente la difficoltà del gioco. Jean-Phillipe Caro di Ubisoft, in un'intervista per ONM, ha spiegato nei dettagli il gioco, precisando che la modalità in stile Call of Duty va evitata assolutamente:"Il mercato si sta indirizzando sempre più verso i giochi d'azione. In particolare, Call of Duty sta guidando tutti gli altri titoli verso questa tendenza. Quando abbiamo iniziato a lavorare con Nintendo, abbiamo avuto l'opportunità di sperimentare il doppio schermo, e dovevamo decidere quale titolo sviluppare che potesse usufruire di questa feature. Freaks Killer non era un buon gioco per far capire al videogiocatore le potenzialità della nuova console Wii U, poichè ad un ritmo veloce non è naturale spostare lo sguardo tra due schermi diversi".

"Ecco perchè abbiamo deciso di andare in maniera più lenta", continua Caro, "ci abbiamo pensato a lungo e il Game Pad è diventato fondamentale nella parte gestionale. Quando ci si trova di fronte ad un gioco d'azione, è possibile mirare e sparare solo guardando al televisore, ma quando bisogna cercare qualcosa sulla mini-mappa, scannerizzare qualche oggetto oppure per fare un piano strategico, si usa il Game Pad. Rappresenta insomma, il kit di sopravvivenza del giocatore. E' fondamentale per sopravvivere, altrimenti, impostando tutto sull'azione come nei giochi di guerra, si muore subito. Ripeto, basta pensare ai ritmi d'azione di Dark Souls o Silent Hill, e non a quelli di Left 4 Dead, per esempio. ZombiU arriverà in Europa insieme al Wii U il 30 novembre.
FONTE: VG247
Quanto è interessante?
0