Ubisoft: "Le vendite digitali generano il 15% di incassi in più rispetto alle copie retail"

di

Parlando agli investitori in merito ai risultati finanziari registrati nei primi nove mesi dell'anno fiscale, Ubisoft ha finalmente fatto chiarezza, fornendo alcune percentuali, a proposito delle differenze tra gli incassi derivanti dalle copie digitali e quelle retail.

Riassumendo il discorso, dei soldi sborsati da un utente che ha appena comprato una copia fisica in negozio, il 25% rimane al rivenditore mentre il 75% va alla software house che, dopo aver pagato le licenze ed i costi di distribuzione e produzione (delle confezioni), incassa alla fine un 55% di margine lordo. Per quanto riguarda i titoli venduti in formato digitale tramite Steam, PlayStation Store ed Xbox Live, invece, il 30% rimane al negozio virtuale ed il 70% rimanente si trasforma tutto in margine lordo. Inoltre è interessante notare che le copie vendute direttamente dai negozi digitali di proprietà di Ubisoft, come uPlay, generano un margine lordo pari al 95% (il 5% rimanente viene speso per pagare le tasse legate all'uso dei pagamenti tramite carte di credito).

Nonostante le cifre riportate siano relative a Ubisoft, è probabile che le stesse percentuali vengano applicate anche alle entrate di tutte le alte software house maggiori.

FONTE: NeoGAF Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti