Videogiochi: il controller che gestisce le emozioni

di

Corey McCall, ingegnere che sta seguendo un dottorato all'Università di Stanford nel lavoratore dei dottor Gregory Kovacs, ha creato un prototipo di controller in grado di rilevare le emozioni dei giocatori. Attraversi particolari sensori e studi applicati in campo biometrico, il joypad è in grado di esaminare tutto quello che succede nel corpo di una persona in un determinato momento. Durante il gioco, il nostro cervello e i nostri arti provano sensazioni differenti che i sensori sono in grado di elaborare: dal battito cardiaco alla frequenza respiratoria, passando per la profondità dei respiri.

Un software speciale si occupa di calcolare questi dati e invia un feedback alla console, funzionalità molto utile poichè in questo modo è possibile ad esempio accelerare o diminuire il ritmo del gioco. Ad esempio, state giocando ad uno sparatutto e la noia prende il sopravvento? In questo caso, potrebbe essere possibile far apparire un maggior numero di zombie e nemici nel livello, o al contrario se siete troppo spaventati, la tensione verrà ridotta. Al momento, lo ripetiamo, si tratta solamente di un prototipo e la sperimentazione in questo campo è solamente agli inizi, ma in futuro le possibilità di questo strumento potrebbero essere infinite.
Videogiochi: il controller che gestisce le emozioni