Xbox Live Arcade non è più una piattaforma di prima scelta per gli Indie Games?

di

In un recente intervento sul suo blog, Ron Carmel di 2DBoy (World of Goo), ha pubblicato un interessante sondaggio a sostegno della tesi che la piattaforma Xbox Live Arcade non sia più la prima scelta per gli sviluppatori indie. L'indagine è stata svolta intervistando un gruppo di 200 programmatori indipendenti: il risultato è che solo una piccola parte prevede di pubblicare i propri software su Xbox Live, mentre molti altri si stanno spostando su PlayStation Network. I motivi principali di questa migrazioni sono collegati a diversi fattori, quasi tutti legati alle politiche di Microsoft, definite da molti troppo restrittive: il 48% degli intervistati ha etichettato Microsoft molto più "intollerabile" rispetto a Sony, Nintendo, ed altri publisher per dispositivi mobile.

Contratti di esclusività descritti come "gli accordi più unilaterali che ci siano  a favore del publisher, così come la pubblicazione forzata con Microsoft Game Studios e i relativi costi, hanno reso insoddisfacente il servizio agli occhi di molti sviluppatori.
Pur ammettendo che il sondaggio esplora solo una piccola porzione della scena indie, Camel sostiene come Xbox Live Arcade sia diventata una piattaforma d'elite:  i primi tre giochi in classifica sono tutti appartenenti ad uno stresso gruppo, con una media Metascore di 78, ben al disopra di tutte le altre produzioni che raggiungono un valore di 66. Inoltre questi titoli hanno venduto circa 137,010 copie nel 2010, mentre altri indie hanno raggiunto una media di solo 46,281 unità vendute.
Xbox Live Arcade non è più una piattaforma di prima scelta per gli Indie Games?