Xbox One: la risoluzione dei giochi dipende dai singoli sviluppatori

di

Harvey Eagle (direttore marketing di Xbox nel Regno Unito) ha parlato recentemente con il Guardian riguardo le potenzialità della console next-gen di Microsoft. Oggi le potenzialità di una console si misurano con tre diversi parametri: hardware, software e infrastruttura cloud. Xbox One è perfettamente in grado di far girare giochi a 1080p e 60fps, tocca ai singoli sviluppatori sfruttare tutte le risorse a loro disposizione per offrire prodotti tecnologicamente avanzati. Il dirigente cita Forza Motorsport 5 come termine di paragone, inoltre ribadisce che valutare una console in base alla potenza nuda e cruda è ormai anacronistico. Valori come il numero di poligoni su schermo e la risoluzione sono parametri legati alla vecchia generazione di macchine.

Xbox One non è certamente meno potente di PlayStation 4, entrambe le piattaforme sono capaci di far girare titoli di alto profilo, nonostante l'opinione comune la pensi diversamente. Tuttavia Microsoft non si preoccupa di questo aspetto, la compagnia punta infatti sui giochi e sta cercando di costruire una lineup estremamente varia ed equilibrata. Harvey Eagle ha poi parlato del successo della beta di Titanfall, oltre due milioni di giocatori si sono connessi per provare il gioco e tutto ha funzionato nel migliore dei modi grazie alla qualità dell'infrastruttura messa in piedi dalla casa di Redmond. Un fattore da non sottovalutare in questa generazione, visto che in futuro i videogiochi faranno un uso sempre più massiccio delle funzionalità online. Sotto questo aspetto, Microsoft sta collaborando attivamente con gli sviluppatori per permettere loro di sfruttare una rete composta da 300.000 server. Cè spazio anche per l'autocritica: al lancio di Xbox One non tutto è andato per il verso giusto ma grazie ai feedback dei consumatori l'azienda sta cercando di rimediare agli errori commessi, come dimostra il rilascio di due corposi aggiornamenti a distanza di poco tempo l'uno dall'altro, ricordiamo infatti che la prossima settimana verrà pubblicato un nuovo update che ottimizzerà la piattaforma per il lancio dello sparatutto di Respawn Entertainment. Infine Harvey Eagle parla dell'attuale modello di business e del futuro delle microtransazioni: Microsoft sta effettuando vari esperimenti in questo senso, anche se c'è ancora posto sul mercato per i titoli tradizionali, come dimostra il successo commerciale di GTA V.FONTE: Gamespot